Cerca con Google

Google

5 marzo 2012

ICC World T20 Qualifier 2012: Le possibilità delle squadre partecipanti

L'AFGHANISTAN non solo può farcela ma deve farcela. E' una squadra, una federazione costruita solo per arrivare in alto negli eventi internazionali. Praticamente è dispensata da tutti i criteri di sviluppo obbligatori per le altre nazioni. Anche per motivi politici (in quale altro sport l'Afghanistan è cosi in alto?) non può fallire.
Nawroz Mangal (captain), Javed Ahmadi, Merwais Ashraf, Mohammad Nabi, Hamid Hassan, Mohammad Zamir Khan, Mohammad Shahzad, Gulbadin Naib, Shabir Ahmed Noori, Karim Khan Sadeq, Samiullah Shinwari, Dollat Zadran, Noor Ali Zadran, Shapoor Zadran

Le BERMUDA hanno un passato brillante un presente meno. restano una squadra interessante.
David Hemp (captain), Jason Anderson, Lional Cann, Fiqre Crockwell, Terryne Fray, Joshua Gilbert, Stefan Kelly, Kamau Leverock, Stephen Outerbridge, Josclyn Pitcher, Samuel Robinson, Curt Stovell, Rodney Trott, Janeiro Tucker

Il CANADA, ecco un'altra nazionale che con la vecchia norma che promuoveva sei squadra poteva sperarci. la riduzione a soli due posti per i mondiali rende la cosa proibitiva a molti.
Khurram Chohan (captain), Jimmy Hansra ,Manninder Aulakh, Harvir Baidwan, Rustam Bhatti, Rizwan Cheema, Tyson Gordon, Ruvindu Gunasekera, Zahid Hussain, Nitish Kumar, Henry Osinde, Hiral Patel, Raza Rehman, Junaid Siddiqi

La DANIMARCA sta cercando di ricostruire dopo essere stata abbastanza in alto ma anche scesa rapidamente. Nel ranking T20 mondiale è davanti all'ITALIA di un posto.
Michael Pedersen (captain), Aftab Ahmed, Shehzad Ahmed, Sair Anjum, Bobby Chawla, Basit Javed, Frederik Klokker, Jacob Larsen, Kamran Mahmood, Rizwan Mahmood, James Moniz, Martin Pedersen, Bashir Shah, Hamid Shah

HONG KONG, difficile pensare che possa qualificarsi. Va nel mucchio di quelle che lottano per posizionarsi nel ranking mondiale.
James Atkinson (captain), Irfan Ahmed, Muhammad Moner Ahmed, Kai Ming Li, Waqas Barkat, Babar Hayat, Asif Khan, Mohammad Aizaz Khan, Mohammad Nizakat Khan, Courtney Kruger, Roy Lamsam, Kinchit Shah, Daljeet Singh, Maxwell Tucker

L'IRLANDA, ecco un'altra nazionale che non può fallire. Anche arrivare terzi potrebbe essere un fallimento.
William Porterfield (captain), Alex Cusack, George Dockrell, Trent Johnston, Nigel Jones, Ed Joyce, Rory McCann, John Mooney, Kevin O'Brien, Boyd Rankin, Max Sorensen, Paul Stirling, Andrew White, Gary Wilson

Il KENYA non pare la squadra di una volta ma doverosamente punta in alto.
Collins Obuya (captain), Ragheb Aga, Duncan Allan, Tanmay Mishra, James Ngoche, Shem Ngoche, Alex Obanda, David Obuya, Nehemiah Odhiambo, Nelson Odhiambo, Elijah Otieno, Morris Ouma, Rakep Patel, Hiren Varaiya

La NAMIBIA, con sei posti probabilmente non avrebbe faticato. Con solo due posti deve faticare e non poco.
Craig Williams (captain), Sarel Burger, Merwe Erasmus, Hendrick Geldenhuys, Zhivago Groenwald, Louis Klazinga, Christiaan Opperman, Bernard Scholtz, Nicolaas Scholtz, Gerrie Snyman, Ewald Steenkamp, Louis Van Der Westhuizen, Raymond Van Schoor, Christoffel Viljoen

Il NEPAL ha un po' deluso ultimamente ma resta temibile.
Paras Khadka (captain), Pradeep Airee, Mahaboob Alam, Prithu Baskota, Amrit Bhattarai, Shakti Gauchan, Krishna Karki, Paresh Prasad Lohani, Gyanendra Malla, Anil Kumar Mandal, Basant Regmi, Sanjam Regmi, Chandra Sawad, Sharad Vesawkar

L'OLANDA va tra le penalizzate dalla riduzione dei posti di accesso. Sperare non è proibito.
Peter Borren (captain), Wesley Barresi, Mudassar Bukhari, Atse Buurman, Tom Cooper, Tom De Grooth, Tim Gruijters, Timm Van Der Gugten, Tom Heggelman, Alexei Kervezee, Ahsan Malik, Stephan Myburgh, Pieter Seelaar, Michael Swart

L'OMAN, gioca praticamente in casa ma non ha certo la potenza per pensare di fare miracoli.
Hemal Mehta (captain), Sultan Ahmed, Qais Bin Khalid Al Said, Syed Amir Ali, Adnan Ilyas,Syed Aamir Kaleem, Awal Khan, Farhan Afzal Khan, Ajay Lalcheta, Sufyan Mehmood, Rajeshkumar Ranpura, Zeeshan Ahmed Siddiqi, Jatinder Singh, Vaibhav Wategaonkar 

PAPUA NEW GUINEA è in crescita ma distante dalla qualità necessaria per la qualificazione.
Rarua Dikana (captain), Geraint Jones, Jack Vare-Kevere, Jason Kila, Willie Gavera, Chris Amini, John Boge Reva, Tony Ura, Assadollah Vala, Chris Kent, Mahuru Dai, Vani Vagi Morea, Joel Tom, Hitolo Areni

La SCOZIA, direttamente inserita nel gruppo 8assai ampio) di chi sperava di combattere per sei posti. Ora dovrà fare qualcosa di straordinario.
Gordon Drummond (captain), Richard Berrington, Kyle Coetzer, Joshua Davey, Ryan Flannigan, Gordon Goudie, Majid Haq, Calum Macleod, Preston Mommsen, Matthew Parker, Safayaan Sharif, Jan Stander, Craig Wallace, David Watts

UGANDA, una squadra giovane e di belle speranze. da questo alla qualificazione ne manca parecchio.
Davis Arinaitwe (captain), Arthur Kyobe, Brian Masaba, Deusdedit Muhumuza, Roger Mukasa, Benjamin Musoke, Frank Nsubuga, Jonathan Sebanja, Asadu Seiga, Ronald Semanda, Laurence Sematimba, Henry Ssenyondo, Charles Waiswa, Arthur Ziraba

Gli U.S.A. restano incomprensibili. Come nazione potrebbero esprimere una potenza ben maggiore di quella espressa recentmente dalla squadra scesa in campo. lotte intesttine alla federazione ed alla squadra ne minano spesso i risultati.
Sushil Nadkarni (captain), Orlando Baker, Adil Bhatti, Ryan Corns, Muhammad Ghous, Elmore Hutchinson, Asif Mehmood Khan, Aditya Mishra, Azrudeen Mohammed, Nauman Mustafa, Abhimanyu Rajp, Gowkaran Roopnarine, Usman Shuja, Steven Taylor

L'ITALIA, ha confermato l'impianto base che l'ha portata così in alto (mai avvenuto prima) con l'inserimento di tre nuovi giocatori di alto livello. Per la WT20Q non si possono fare pronostici ma solo avere tante speranze.
Alessandro Bonora (captain), Gareth Berg, Damian Crowley, Gayashan Munasinghe, Luis Di Giglio, Michael Di Venuto, Dilan S. Fernando, Damian C. K. Fernando, Andrew Northcote, Hayden Patrizi, Dell'agnello, Vincenzo Pennazza, Peter Petricola, Stanly H. J. Samaraweera, Carl Sandri

1 commento:

Anonimo ha detto...

E il risultato degli Azzurri è stato ottimo!