Cerca con Google

Google

28 marzo 2015

Finale della Coppa del Mondo di Cricket 2015: Nuova Zelanda - Australia

Domenica mattina, inizio alle ore 5.30 italiane (14.30 australiane), finale della Coppa del Mondo di cricket a 50 overs. Sullo storico campo del Melbourne Cricket Ground (MCG) si sfideranno Nuova Zelanda ed Australia.

I dirigenti della Federazione Cricket Italiana saranno in studio a Fox Sports 2 HD per commentare in italiano tutta la partita in diretta.

Pronostico impossibile ma per chiunque vinca sarà una prima volta. La prima World Cup vinta in casa dall'Australia (che ne ha già vinte ben quattro ma che nell'unica edizione organizzata nel 1992 non arrivò nemmeno in finale) e la prima volta in assoluto per la Nuova Zelanda (nemmeno mai arrivata in finale).

#CWC15 #FoxCricket
 

22 marzo 2015

Le semifinali della World Cup 2015

Martedì 24 e giovedì 26 si giocano le due semifinali della ICC Cricket World Cup 2015 per determinare le finaliste che si contenderanno la Coppa del Mondo di Cricket 2015 nella partita in programma domenica 29 marzo.

Orari antelucani (d'altrocanto si gioca in Nuova Zelanda e Australia) ma Fox Sports 2 HD (canale 213 di Sky) offre la possibilità di seguire la diretta con commento in italiano a cura della Federazione Cricket Italiana ed interagire, sempre live, con gli esperti in studio tramite l'hashtag #FoxCricket indirizzato all'account @FedCricket e @FOXSportsIT.

Martedì 24 con inizio alle 2.00 italiane all'Eden Park di Auckland: Nuova Zelanda - Sud Africa.
Giovedì 26 con inizio alle 4.30 italiane al Sydeny Cricket Ground di Sydney: Australia - India.

Inutile, a questo punto della competizione, sbilanciarsi in pronostici. Tutte le quattro semifinaliste hanno la possibilità di alzare il trofeo mondiale.

La Nuova Zelanda ha giocato sempre in casa e lo farà anche nella prima semifinale. Il Sud Africa ha impressionato per la potenza del suo gioco. L'Australia, oltre a giocare in casa (ma questo in passato non le ha portato fortuna) è da molti data per favorita. L'India, forse un po' sottovalutata, è l'ultima asiatica rimasta ma è anche la più forte.

#CWC15 #FoxCricket




10 marzo 2015

I mondiali di cricket su Fox Sports 2



La fase finale della Coppa del Mondo di cricket, in programma in Australia e Nuova Zelanda, sarà trasmessa in esclusiva da Fox Sports 2 HD (canale 213 di Sky) in collaborazione con la Federazione Cricket Italiana.

Dal primo quarto di finale, in calendario a Sidney nella notte tra martedì 17 e mercoledì 18 marzo alle ore 4.30 (in replica, in sintesi, mercoledì 18 marzo alle ore 17.00 e mezzanotte), fino alla finalissima, che andrà in scena a Melbourne nella notte tra sabato 28 e domenica 29 marzo alle ore 5.30, Fox Sports 2 HD trasmetterà in diretta esclusiva tutte le sette partite che assegneranno il titolo.

Sponsor internazionale dell’evento è Moneygram, che promuove la rassegna iridata anche in Italia.

Al commento ci saranno dirigenti, arbitri, tecnici ed atleti della Federazione Cricket Italiana: Luca Bruno Malaspina, Claudio Fabbri, Fabio Marabini, Kelum Perera, Saqlain Mirza e Michele Scoppettuolo, mentre il presidente federale, Simone Gambino, interverrà in diretta dai campi da gioco con commenti ed interviste ai grandi personaggi che hanno fatto la storia del cricket.

Con loro sarà possibile twittare in diretta con l’hashtag #FoxCricket sull’account @FOXSportsIT e @FedCricket

La programmazione:

Il primo quarto di finale, in programma a Sidney, andrà in onda in diretta nella notte tra martedì 17 e mercoledì 18 marzo alle ore 4.30 (in replica, in sintesi, mercoledì 18 marzo alle ore 17.00 e mezzanotte).

Il secondo quarto di finale, in programma a Melbourne, andrà in onda in diretta nella notte tra mercoledì 18 e giovedì 19 marzo alle ore 4.30 (in replica, in sintesi, giovedì 19 marzo alle ore 17.00 e mezzanotte).

Il terzo quarto di finale, in programma ad Adelaide, andrà in onda in diretta nella notte tra giovedì 19 e venerdì 20 marzo alle ore 4.30 (in replica, in sintesi, venerdì 20 marzo alle ore 17.00 e mezzanotte e mezzo).

L’ultimo quarto di finale, in programma a Wellington, andrà in onda in diretta nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 marzo alle ore 2.00 (in replica, in sintesi, sabato 21 marzo alle ore 14.00 e mezzanotte).

La prima semifinale, in programma ad Auckland, andrà in onda in diretta nella notte tra lunedì 23 e martedì 24 marzo alle ore 2.00 (in replica, in sintesi, martedì 24 marzo alle ore 17.00).

La seconda semifinale, in programma a Sidney, andrà in onda in diretta nella notte tra mercoledì 25 e giovedì 26 marzo alle ore 4.30 (in replica, in sintesi, giovedì 26 marzo alle ore 17.00).

La finalissima, in programma a Melbourne, andrà in onda in diretta nella notte tra sabato 28 e domenica 29 marzo alle ore 5.30. 

#cricketitalia #FoxCricket  #cwc15

14 febbraio 2015

Cricket World Cup 2015

E' iniziata l'undicesima edizione della World Cup. Quattordici nazioni si contenderanno il titolo in Australia e Nuova Zelanda con la stessa formula dell'edizione di quattro anni fa: due gironi di sette squadre seguiti da quarti di finale incrociati, semifinali e finale.

Queste le squadre partecipanti in base ai gruppi preliminari. Gruppo A: AustraliaNew ZealandBangladeshAfghanistanScotlandSri LankaEngland. Gruppo B: South Africa, India, Pakistan, West Indies, Zimbabwe, Ireland, United Arab Emirates.

Anche se tutto può succedere non è difficile mettere tra le favorite Sud Africa, Australia e Nuova Zelanda. Tutte le altre sembrano essere un gradino sotto. L'India, attuale campione in carica e vincitrice anche nel 1983, non sembra disporre della potenza di quattro anni fa. L'Australia, favorita dal giocare in casa ha però contro la cabala che la vede sì vincitrice nel 1987, 1999, 2003 e 2007 ma sconfitta nel 1992 dal Pakistan nell'unica edizione fino ad ora già giocata in casa.

L'Italia è ancora lontana dalle prime quattordici del mondo ma non così lontana, è al 25° posto.

Questo l'elenco delle squadre vincitrici (con la nazione ospitante): 
1975 West Indies (England)
1979 West Indies (England)
1983 India (England)
1987 Australia (India - Pakistan)
1992 Pakistan (Australia - New Zealand)
1996 Sri Lanka (Pakistan - India - Sri Lanka)
1999 Australia (England - Wales - Scotland - Republic of Ireland - Netherlands)
2003 Australia (South Africa - Zimbabwe - Kenya)
2007 Australia (West Indies)
2011 India (India - Sri Lanka - Bangladesh)

#cricketworldcup

17 dicembre 2014

Cricket e calcio: Ellyse Perry

Abbiamo già avuto occasione di segnalare il parallelismo, almeno nei primi anni, tra calcio e cricket in "Cricket e calcio: Arthur Milton". Torniamo sull'argomento questa volta con una donna, Ellyse Perry, che ha fatto l'accoppiata ad altissimo livello tra i due sport in tempi recentissimi.

La Perry, nata nel 1990, ha esordito nel 2007 sia nella nazionale di cricket australiana (One Day International contro la Nuova Zelanda) sia in quella di calcio (Qualificazione olimpica contro Hong Kong).
Foto: Scott Barbour/Getty Images AsiaPac
Foto: Mark Nolan/Getty Images AsiaPac
Un'atleta davvero straordinaria che ha ottenuto grandissimi risultati in entrambe le discipline. Come difensore, oltre a partecipare al campionato australiano, in nazionale ha disputato 21 incontri (compresi tre della selezione Under 20) e segnato sei goal. Come all-rounder, oltre alla Women's National Cricket League, ha giocato per la nazionale quasi 150 partite (tra Test, ODI e T20) prendendo più di 170 wickets al lancio e totalizzando quasi mille run in battuta.  

Ellyse Perry sembra che non abbia ancor a scelto definitivamente quale dei due sport preferisce e nonostante le richieste e, spesso, gli ultimatum dei club o degli allenatori di una o dell'altra disciplina continua a giocare sia a cricket che a calcio ad alto livello pur creando qualche difficoltà soprattutto alle sue squadre di club. Nel 2013 ha rinunciato a giocare la finale del campionato australiano di cricket per i NSW Breakers giocando invece la semifinale (fissata per lo stesso giorno) della W-League football per il Sydney FC ma la settimana dopo ha rinunciato alla finale di calcio per giocare in India con la Nazionale di cricket.

Inuitile dire che un talento simile è conteso da club e sponsor. Qui sotto Ellyse Perry in un servizio fotografico per la Red Bull in cui sembra optare per il cricket.

Foto: Chris Polack/Red Bull Content Pool
www.redbull.com


6 dicembre 2014

Ancora lutto nel cricket: muore un arbitro in campo

Foto: Israel Cricket Association
Mentre il mondo del cricket si accingeva a celebrare la scomparsa del giocatore australiano "Philip Hughes" da Israele giungeva un'altra notizia sconvolgente: la morte sul campo di un arbitro.

Ad Ashdod, una cittadina del Sud di Israele, l'arbitro Hillel Oscar (ex capitano della squadra nazionale), moriva sul campo, durante l'ultima partita di campionato, dopo essere stato colpito al petto da una palla battuta da un giocatore.

Non è la prima volta che accade che un arbitro muoia in campo, ne avevamo già parlato anni fa in "Arbitri che rischiano la vita", ma due episodi così gravi e così vicini del tempo sono davvero sconcertanti.

28 novembre 2014

In lutto il mondo del cricket: muore Philip Hughes colpito alla testa dalla pallina durante una partita

Il cricket  mondiale è in lutto per la morte del venticinquenne Philip Hughes, colpito due giorni fa da una palla alla testa durante il match tra New South Wales e South Australia.

 
Il terribile incidente è stato causato da un lancio corto e veloce di Sean Abbott che Hughes, giocando un pull shot, non è riuscito ad agganciare con la mazza. La rotazione del corpo per giocare il colpo ed il tentativo di evitare la palla ha esposto la testa di Hughes nella parte laterale posteriore non protetta dal casco. L'impatto con la palla ha causato una rottura dell'arteria vertebrale causando un'emorragia cerebrale irreversibile.

La morte di un giocatore è, grazie al cielo, rara nel cricket, anche se lo scorso anno un altro atleta, il sudafricano Darryn Randall, è deceduto dopo essere stato colpito alla testa durante una partita in un campionato minore in Sud Africa. Nonostante gli incidenti siano rari nemmeno gli arbitri sembrano essere totalmente al sicuro come avevamo già detto in "Arbitri che rischiano la vita".

Hughes, di madre e passaporto italiano, aveva avuto il suo miglior risultato personale internazionale nel febbraio 2009 realizzando una centuria in ciascun innings del suo secondo Test Match, contro il Sud Africa a Durban. Dopo, la sua presenza nella nazionale australiana era stata discontinua mentre continuava invece ad essere dominante nel cricket domestico.
Philip era nato a Macksville nel New South Wales il 30 novembre 1988. Suo padre Greg è un coltivatore di banana mentre la madre Virginia, nata in Sicilia, è casalinga. Alla nascita la madre lo svevs iscritto all’AIRE, trasmettendogli quindi la cittadinanza italiana.

Nel 2009, durante la tournèe della nazionale australiana in Inghilterra, Philip aveva parlato con l’allenatore azzurro Joe Scuderi ed aveva ipotizzato di seguire il percorso di Michael Di Venuto, ce aveva indossato la maglia azzurra a fine carriera.

#cricket #63notout


13 novembre 2014

Quando Audrey Hepburn giocava a cricket

Non so se per le sue origini (nata in Belgio, padre inglese, madre olandese) o per il suo trasferimento a Londra prima come ballerina e poi come attrice ma sembra proprio che all'indimenticabile Audrey Hepburn piacesse il cricket. Lo prova anche quest'immagine scattata dal fotografo Terry O’Neill sulla spiaggia di St. Tropez nel 1967 durante una pausa delle riprese del film "Due per la strada" (Two for the Road) del regista Stanley Donen, dove Audrey prova a giocare a beach cricket con stumps e mazza di fortuna.

Quando Audrey Hepburn giocava a cricket
Audrey Hepburn playing beach cricket in St Tropez. Photo by Terry O’Neill.


21 ottobre 2014

Al Jinnah Brescia la Coppa Italia di cricket 2014

Proprio mentre il Comune di Brescia smantella l'unico campo da cricket cittadino, il San Bartolomeo, e comunica di rinunciare al finanziamento dell'International Cricket Council per installare un pitch in erba sul nuovo campo (ancora da costruire), il Jinnah Brescia Cricket Club risponde vincendo la Coppa Italia 2014 - MoneyGram Cup battendo, nella finale disputata all'Ovale di Rastignano, il Roma Cricket Club.

Jinna Brescia Cricket Club 2014
Foto Crickitalia


La partita, giocata nella ormai tradizionale formula della Coppa Italia il T20, è stata avvincente fino all'ultima palla ed ha visto i bresciani totalizzare un discreto 126 in battuta nel primo innings che la Roma non è riuscita a superare fermandosi a 118.

Cosa sarà del cricket a Brescia, che vanta anche due squadre in Serie B (Lions e Janjua) ma rischia di essere senza campo il prossimo anno non si sa ma, certo, questa vittoria lo rende ancora più solido.

26 settembre 2014

Torna il cricket su Eurosport

In concomitanza con il ritorno del cricket sui propri canali Eurosport ha comunicato di aver esteso il suo accordo con STAR Sports per la trasmissione in tutta Europa per altri tre anni della miglior competizione al mondo per club T20 di cricket, la Champions League Twenty20.

L’accordo, che prolunga il legame tra Eurosport e la Champions League, raggiungerà la durata di sette anni nel 2016.

Eurosport trasmetterà le edizioni 2014, 2015 e 2016 del torneo in oltre 50 nazioni europee, offrendo dirette, differite e repliche dei match, oltre ad un servizio di catch-up TV attraverso Eurosport Player.

Le trasmissioni delle partite sono iniziate in questi giorni ed il torneo, che si terrà ancora una volta in India, a Bangalore, Hyderabad, Mohali e Raipur, con in gara i top team T20 di Australia, India, Nuova Zelanda, Pakistan, Sudafrica, Sri Lanka e Indie Occidentali, terminerà il 4 ottobre con la finale a  Hyderabad.